Azienda Agricola Valleverde di Franco Paris

coltivazione e produzione di legumi freschi quali: fagiolini, fagioli borlotti, fagioli neri, fagioli cannellini, fagioli tondino bianco, fagioli dell'orca, fave e piselli

Fagioli, ceci, cicerchie, fave e piselli sono i legumi che coltiviamo secondo tradizione

Sono un alimento importante perché poveri di grassi e altamente nutrienti, ricchi di fibre, amido resistente, fosforo, calcio, ferro, zinco, ferro e vitamine del gruppo B, rappresentano una delle migliori fonti di proteine vegetali e andrebbero assunti almeno 2-3 volte alla settimana per limitare il consumo della carne.
Utili per l’intestino e sono una buona fonte di proteine vegetali. Freschi, sono ricchi di vitamina C.
Sono considerati cibi antinfiammatori perché aiutano a controllare la risposta insulinica nel corpo.
Si possono consumare 3-4 volte la settimana, ma per chi fa vita sedentaria sono indicati anche tutti i giorni. In cucina sono versatili, ottimi nelle zuppe rustiche nel periodo autunnale ed invernale e come contorno in insalata d'estate. Fondamentale è cucinarli bene: quelli secchi si lasciano a bagno, con metà cucchiaino di bicarbonato, 12 ore prima di essere messi a cuocere per poi cuocerli in mezza ora.
Vogliamo evidenziare che acquistare 500 grammi di prodotto secco corrisponde ad avere successivamente 1,5Kg di prodotto cotto, cioè tre volte il loro peso inizale acquistato.

Sono indispensabili in cucina, permettono di sperimentare ricette nuove, portando in tavola dei sapori sempre unici. E' possibile creare dei primi piatti eccezionali in qualsiasi stagione dell'anno.


Sapevi che durante la cottura è preferibile utilizzare acqua senza sale ed aggiungerlo solo alla fine della cottura? L’acqua con un alto contenuto di calcio e magnesio rendendo più dura la pelle dei legumi, prolungando quindi il tempo di cottura, così come il sale. Per evitare questo inconveniente è possibile aggiungere un pizzico di bicarbonato di sodio all’ammollo e al liquido di cottura oppure usare acqua minerale liscia. Non cuocere i legumi in tegami di alluminio o di ghisa poiché tali materiali tendono ad inibire la cottura e modificano il colore del prodotto!


Sapevi che i ceci neri, oltre a creare piatti scenografici per la loro buccia nera e interno giallo, se consumati la sera sono degli induttori del sonno perchè offrono nutrienti in grado di migliorare la qualità del sonno? Hanno gli stessi valori nutrizionali di quelli bianchi ma hanno un sapore più dolce, apportano molto più ferro, tre volte la quantità di fibre, parecchie vitamine del gruppo B e vantano la presenza dell'amminoacido triptofano.
Ecco perchè i ceci vengono consigliati dai nutrizionisti per dormire bene.

Fonte: continua la lettura dell'articolo di Starbene n.45 del 2017 cliccando qui


Hai mai sentito parlare di aquafaba? L'aquafaba è l'acqua in cui vengono lessati i legumi. Da non confondere con l'acqua dell'ammollo, l'aquafaba è l'acqua di cottura dei legumi che diventa ricca di proteine, amidi e saponine che le conferiscono un potere legante ed addensante tale da essere montata a neve come l'albume d'uovo. Una valida alternativa tutta vegetale all'uovo, specialmente nei casi di allergie alle uova.
Fonte: continua la lettura dell'articolo di Starbene n.50 del 2019 cliccando qui


Protagonisti di un’infinità di contorni, i legumi sono perfetti per arricchire gustose insalate. Ottimo anche l’abbinamento tra legumi e pesce, come ad esempio tra ceci e gamberi o fagioli e cozze, ma sono molte anche le alternative vegetariane, non solo primi e secondi piatti ma anche antipasti e stuzzichini.


Hai mai provato a fare un hamburger vegetale, quale alternativa alla carne animale, utilizzando i ceci?
Di seguito gli ingredienti:

  • Ceci precedentemente cotti 500 grammi
  • Mollica di 2 fette di pane raffermo
  • Pan grattato
  • 1 uovo
  • Mezza cipolla
  • Sale
  • Erbe aromatiche a piacere
  • Olio extravergine di oliva.
Ecco a voi il semplice procedimento! Dopo aver scolato bene i ceci, metterli in un mixer insieme a tutti gli altri ingredienti (ad eccezione del pan grattato e dell’olio) e frullare. Dare all'impasto ottenuto la forma di hamburger e passarli nel pan grattato. Cuocere in padella o in forno con un filo d’olio a seconda delle vostre preferenze e servire con un’insalata mista oppure con dei pomodori.

coltivazione di legumi freschi e secchi stagionali quali: fagioli borlotti, fagioli neri, fagioli cannellini, fagioli tondino bianco, fagioli dell'orca, ceci bianchi, ceci neri e cicerchie

NON COLTIVIAMO SOLO ZAFFERANO
SECONDO TRADIZIONE

Sperimenta anche tu qualche nuova ricetta con i nostri legumi. A lato abbiamo cucinato una zuppa di cicerchie con patate, zafferano, zucchine e pancetta.
Peccato che non possiate sentirne il profumo!
Coltiviamo fagioli bianchi, fagioli neri, fagioli borlotti, fagiolini verdi, fagiolini gialli, ceci bianchi, ceci neri, cicerchie, fave e piselli. Possiamo fornirli freschi, da mangiare al momento o congelarli freschi per gustarli in un secondo momento, oppure possiamo fornirli secchi in comode confezioni per alimenti per cucinarli in altre stagioni e sono delle valide idee regalo.


TORNA SU